Eventi


 Comunicato 

In data 20 c.m. l’Assemblea Societaria ha deliberato la trasformazione in accordo della preintesa sottoscritta tra la società e le OO.SS. per il passaggio di livello dei lavoratori da A1 a A2.

Tale passaggio, in linea con le previsioni del CCNL, potrà avvenire sulla base di criteri oggettivi e condivisi, tramite la selezione per posizione vacante in organico, nonché alla luce di una valutazione positiva da parte della Direzione aziendale, sulla base dei seguenti criteri (in sintesi):

curriculum, con particolare riferimento alle competenze acquisite;

assenza di provvedimenti disciplinari nell’ultimo anno;

assidua presenza in servizio;

- attestazione di percorsi formativi;

attestati di aggiornamento professionale.

Con la sottoscrizione del documento Amministratore Unico ed OO.SS. hanno individuato e messo in cantiere un corretto percorso contrattuale di valorizzazione delle risorse umane di Sanitaservice, attraverso l'applicazione dell'art. 47 del CCNL. Il percorso appena iniziato e l’ormai accordo, promettono bene. C'è ancora da lavorare, da confrontarsi, da definire percorsi formativi, pesi e misure.

Si sta così attivando un processo di miglior qualificazione del personale per innalzare la qualità del servizio offerto da Sanitaservice Asl BAT, che presuppone un ulteriore investimento economico in termini di formazione, che la Società si sforzerà di fare. Si tratta di un investimento per innalzare professionalità e servizio, non di un automatismo o tanto meno di un regalo, come qualcuno vorrebbe.

C’è chi sostiene, infatti, che il Business Plan contenga previsioni vincolanti in materia di passaggi di livello, ma sbaglia. Il Business Plan è soltanto un atto di programmazione interno, di previsione, che non ha alcuna efficacia obbligatoria verso i terzi e non vincola assolutamente l’azienda per il futuro, poiché le previsioni posso essere cambiate, anche integralmente, se ritenute non più utili o fondate su percorsi inapplicabili.

 Ciò detto, il Business Plan 2014-2016 prevedeva (al momento della sua stesura) un processo di valorizzazione della forza lavoro della società, che avrebbe comportato, dopo tre anni di inquadramento in A1, il passaggio in posizione economica A2. Orbene, deve essere chiaro che il passaggio "automatico" da A1 ad A2 per anzianità di servizio non è previsto dal CCNL applicato in azienda, cosicché l’unico processo utile alla progressione economica dei lavoratori ed alla  valorizzazione del personale resta quello che la Società e le OO.SS.  hanno individuato e previsto nella preintesa, oggi accordo, del 21 marzo u.s. .

Dott. Lorenzo Martello

Amministratore Unico

Preintesa per il passaggio di livello da A1 ad A2

Contatore visitatori

OggiOggi69
IeriIeri268
Questa settimanaQuesta settimana1980
Questo meseQuesto mese5796
TotaliTotali429218
Affluenza maggiore 1469

Benvenuto

BilerChildrenLeg og SpilAutobranchen